Open All Night

Esplorazioni notturne della rete

Author: PG

Perché rivolgersi a un’agenzia investigativa di Milano

Milano è la città italiana del business, dove fioriscono attività e aziende, frequentata da milioni di turisti e affaristi, abitata da migliaia di lavoratori, decine di migliaia di famiglie. In un contesto così affollato e fiorente, molti sono i motivi per scegliere di affidarsi a un’agenzia investigativa a Milano. Tutelare il proprio business, il proprio patrimonio o addirittura la propria libertà e i propri diritti è sempre più difficile perché a sfidare ogni essere umano ci sono sempre in agguato la concorrenza sleale, l’infedeltà matrimoniale, le accuse ingiustificate, l’occultamento di fatti e prove.

Le agenzie investigative si occupano di scoprire la verità a vantaggio di chi detiene la ragione o vuole tutelarsi e prevenire. Può accadere di averne bisogno nella vita familiare o lavorativa ed è quindi importante sapere in quali casi ci si può avvalere di questo servizio totalmente legale e come scegliere l’agenzia cui rivolgersi.

Agenzie di investigazione per proteggere un’azienda

In ambiente lavorativo l’intervento di un investigatore privato può essere determinante in numerose situazioni: ad esempio per determinare l’identità di un candidato o di un potenziale nuovo socio che sembrino sospetti o che si ritiene possano ledere l’immagine dell’azienda o avere interessi di concorrenza sleale; per scoprire se un dipendente si assenti ingiustificatamente dal lavoro o prevenire lo spionaggio industriale, per ottenere rapporti per il recupero crediti o salvaguardare il patrimonio aziendale. Quasi mai, però, è possibile scoprire la verità senza contravvenire alla legge o scavalcare la privacy di altre persone. È qui che entra in gioco un professionista e affidarsi ad un’agenzia investigativa, a Milano,  è la salvezza di grandi e medie imprese.

Servizi di investigazione per piccole imprese

Le piccole imprese spesso sono quelle che meno si tutelano in questo senso. La tendenza maggiore è quella di pensare che pochi avrebbero interesse a screditare o svantaggiare una piccola impresa. Questo modo di pensare, invece, è proprio il punto di forza del disonesto. Chi vuole eliminare la concorrenza lo farà partendo da chi è più debole o più sprovveduto, da chi si fida con più facilità. Spesso il fallimento di un commerciante o di un professionista si etichetta come semplice sfortuna o scarso talento. Invece spesso basta una piccola scelta sbagliata come accettare di entrare in società con una persona malfidata o assumere un dipendente non interessato alla crescita dell’attività che lo assume. Un’agenzia investigativa può prevenire queste scelte e informare i clienti su come tutelare il proprio piccolo e prezioso business.

Investigatori privati a Milano a tutela dei minori

I genitori sono sempre molto apprensivi nei confronti dei minori e questo spesso lede la vita familiare e ricade sul minore manifestandosi con un calo del rendimento scolastico, una scarsa vita sociale, frustrazione e uno scorretto sviluppo del carattere. Il minore ha bisogno di libertà crescente da parte del genitore, ma questo non significa che non debba essere protetto da scelte sbagliate come cattive frequentazioni, abusi (bullismo, pedofilia, violenza) e uso di alcol o droga.

Se si ha il sospetto che il minore nasconda al genitore qualcosa di rischioso, è bene rivolgersi ad un’agenzia investigativa di Milano. Qualificati professionisti chiariranno i sospetti del genitore evitando così di ledere la vita familiare, sociale e privata del minore e tutelandolo allo stesso tempo dai tanti rischi della società odierna. Inoltre, un’agenzia investigativa può rivelarsi molto utile nel determinare l’affidamento di un minore nei casi di divorzio.

Proteggere la serenità familiare con un investigatore privato

L’agenzia investigativa è una realtà che concorre alla serenità familiare. Come? Prevenendo intuili separazioni e avvalorando quelle motivate. In caso di sospetto di infedeltà ad esempio, si può accusare ingiustamente un partner rischiando una relazione stabile e duratura senza alcun vantaggio. Se, invece, l’infedeltà è reale, sarà possibile appurarlo tramite l’intervento di un investigatore privato, nel massimo rispetto della legge.

Le prove ottenute permetteranno di determinare il reale valore di un assegno di mantenimento attraverso le attività di indagine. Nelle grandi città, il divorzio è una realtà tristemente molto presente e anche per questo bisogna sapersi tutelare. Ecco perché può rivelarsi fondamentale affidarsi ad un’agenzia investigativa a Milano.

L’intervento di un’agenzia investigativa in caso di persona scomparsa

Le maggiori agenzie di investigazione sono dotate di formazione e preparazione tecnica specifica del personale in caso di persona scomparsa. Davanti a queste emergenze è importante seguire uno schema che privilegi la tempistica, per aumentare le probabilità di ritrovare la persona scomparsa viva, risalendo ad ogni minima informazione che possa rivelarsi utile nelle indagini.
Si tratta di un compito estremamente delicato e gli investigatori privati si pongono come validi alleati delle Forze dell’Ordine, nonché del cittadino, nel raggiungere l’obiettivo.

Come scegliere l’investigatore privato

È preferibile affidarsi ad un investigatore privato che abbia alle spalle un’intera agenzia di investigazione. Questo perché diversi professionisti, specializzati in varie aree, possono concorrere insieme alla buona riuscita dell’operazione. Un altro ottimo criterio di valutazione è quello dell’esperienza. Verificare o richiedere sempre il portfolio dei professionisti in questione e trovarvi una lunga lista di successi, anche nel proprio ambito di necessità, fornisce un’alta percentuale di sicurezza. Ultima, ma non certo per importanza, è la licenza. Può succedere di incappare in falsi investigatori non autorizzati. In tal caso, per non rischiare di violare la legge, è importante lasciar perdere immediatamente il soggetto e rivolgersi ad un vero investigatore privato.

Investigazioni: tipologie e caratteristiche delle indagini private

Investigazioni: cosa sono e a che servono?

L’investigazione è un’attività di indagine finalizzata alla ricerca di prove che possano avallare o confutare una verità presunta. Le attività investigative sono ammesse dalla legge italiana in due ambiti: quello civile-penale (legato alle indagini inerenti alla repressione e alla prevenzione dei crimini), e quello privato, in riferimento alla possibilità di dedurre elementi che possano accertare l’esistenza di una determinata situazione.

Nel campo giudiziario le investigazioni sono svolte da organi il cui potere è riconosciuto dalla legge: trattasi di magistrati e organi giudiziari che indagano al fine di trovare un colpevole, risolvere un caso o prevenire un reato. Nel settore privato l’investigatore è una figura dotata di licenza il cui compito (assegnato da un soggetto che ne abbia diritto mediante un rapporto di mandato) si concretizza in una serie di attività di controllo, limitate dalle norme sulla privacy e dal diritto penale.

Continue reading

Offerte Black Friday: come funziona in Italia

Sale la febbre per gli sconti del black friday, la giornata dedicata allo shopping pre-natalizio e che riserva offerte imperdibili e sconti vantaggiosi a tutti coloro che in strada, nei centri commerciali o sugli store on line si dedicano all’acquisto sfrenato di articoli di ogni genere, che vanno dall’abbigliamento ai dispositivi elettronici.

Come tutti i grandi eventi, anche il black friday vanta origini statunitensi, cade il venerdì successivo al giorno del ringraziamento – il thanksgiving – ed è la giornata in cui le vendite si incrementano toccando picchi altissimi.

Continue reading

Rilevazione presenze e controllo accessi: la tecnologia RFID

Negli ultimi anni si sente sempre più parlare di tecnologie RFID, soprattutto nel settore della rilevazione presenze, del controllo accessi e nella comunicazione tra smart card e lettori. Ma cos’è precisamente questa tecnologia e come mai ha avuto un successo così rapido?

La RFID è una tecnologia a radio-frequenze: il nome, infatti, è un acronimo delle parole inglesi Radio-Frequency Identification (ID, in inglese, indica proprio l’identificazione). Quindi, la RFID permette un’identificazione di determinati oggetti tramite una comunicazione in radio-frequenze. Come si può facilmente immaginare, questa tecnologia è nata per scopi militari ma ha avuto un facile sviluppo anche nel mondo civile, dapprima solo nel settore puramente merceologico, in seguito in settori sempre più ampi. Oggi, infatti, la RFID viene utilizzata per il controllo degli accessi e la rilevazione presenze e per l’identificazione di oggetti e persone.

Continue reading

Chiave di protezione: cos’è e come si usa

Rockey: chiavi hardware di protezione per ogni necessità

La necessità di proteggere file e documenti, sia sul proprio computer che sul web, ha portato allo sviluppo di tecnologie avanzate per la sicurezza informatica. Tra queste, una delle più comuni è quella di utilizzare una chiave di protezione, ossia uno strumento che assicura l’accesso controllato a documenti e software, permette di prevenire la duplicazione non autorizzata di programmi ed applicazioni e garantisce la massima sicurezza contro la pirateria informatica.

Una delle aziende più importanti nel panorama italiano nel settore del controllo e della sicurezza informatica è Partner Data, che da oltre trent’anni progetta e realizza strumenti per garantire la sicurezza ai computer dei propri clienti contro gli hacker. Partner Data distribuisce una serie di interessanti soluzioni in forma di chiave di protezione, ossia la linea Rockey, che presenta sei differenti modelli per soddisfare necessità differenti di sicurezza.

Le chiavi di protezione Rockey sono dotate di un chip di protezione che è stato dichiarato il più sicuro al mondo e, soprattutto, presentano una serie di caratteristiche che ne assicurano l’utilizzo sulle diverse piattaforme. Infatti, per le piattaforme Linux, Windows e Mac esse sono driverless, ossia non risulta necessaria l’installazione di alcun driver per l’avvio e l’utilizzo dei programmi di protezione. Inoltre, offrono la possibilità di inserire algoritmi personalizzati per migliorare ulteriormente la sicurezza del proprio computer e tutto ad una velocità molto elevata. Va infine sottolineato che le chiavi di protezione Rockey presentano prezzi altamente concorrenziali rispetto ai competitors.

rockey chiave di protezione

La protezione dei software per la sicurezza sul lavoro

Uno dei principali motivi per cui viene utilizzata una chiave di protezione è quella di assicurare l’accesso limitato a determinati dati o programmi e, soprattutto, proibire la duplicazione non autorizzata dei software. Si tratta di una manovra di sicurezza fondamentale, non solo quando si può avere il timore di essere colpiti da pirateria informatica, ma anche e soprattutto quando si lavora su computer che possono essere utilizzati anche da altre persone, siano essi colleghi di lavoro o membri della famiglia.

Avere la certezza che nessuno può accedere a determinati documenti o a determinati programmi a meno di non avere la chiave di protezione (ed eventualmente le password ad essa associate) è un concetto alla base della sicurezza dei computer, siano essi in rete o meno. Le chiavi di protezione non solo garantiscono l’accesso ai programmi protetti ma, in caso di interruzione di lavoro per tempi più lunghi del previsto, bloccano il software che non potrà così essere rimesso in moto a meno di un nuovo inserimento delle password o della chiave di protezione stessa.

E nel caso di chiavi che proteggono anche l’accesso alla rete, si avrà l’impossibilità di connettersi in assenza di chiave di protezione e, come nel caso precedente, la chiave chiuderà la connessione in caso di inattività continuata per un periodo superiore a quello impostato, impedendo così l’accesso a quanti non siano autorizzati.

I diversi modelli di chiave di protezione Rockey (ossia la Rockey 2, la Rockey 4nd, la Net Rockey 4nd, la Rockey 4 Smart, la Store Rockey 4 Smart e la Rockey 7.net) offrono tutte la massima protezione su pc mentre i modelli net assicurano anche la protezione in rete.

 

La protezione dei dati per sicurezza sul lavoro

Partner Data, nella sua esperienza trentennale, ha potuto constatare che il maggiore utilizzo delle tecnologie offerte da una chiave di protezione viene effettuato per salvaguardare i dati del proprio computer di lavoro. Avvocati, ingegneri, ricercatori, musicisti e tutte le figure professionali che conservano i propri documenti sul computer, spesso vivono con l’ansia che il proprio lavoro possa essere rubato, copiato o visto ante-tempo da persone non autorizzate a farlo con un evidente danno per il lavoro stesso.

Una chiave di protezione, quindi, non va intesa solo come uno strumento che assicuri i dati di aziende da eventuali spie industriali, ma anche come un modo per proteggere informazioni e lavori di proprietà intellettuale, manoscritti, tesi di laurea e dottorato, pubblicazioni scientifiche. Ogni lavoro ha il diritto di essere protetto da intrusioni che possono danneggiarlo sia fisicamente (ossia manomettendo i file e i programmi su cui si sta lavorando) sia ideologicamente, ossia copiando ed anticipando l’autore sulla pubblicazione delle informazioni, siano esse scientifiche, artistiche o culturali.

© 2017 Open All Night

Theme by Anders NorenUp ↑