Mauro Laus, Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte, nasce a Lavello (Pz) il 7 agosto del 1966. Vive la sua prima giovinezza in Basilicata, si diploma all’Istituto Tecnico Industriale di Melfi come perito industriale e, successivamente, va a vivere a Torino dove si iscrive all’università per frequentare la facoltà di Giurisprudenza in cui, poi, si laurea.

Il suo curriculum

Agli inizi degli anni novanta Laus comincia a sfruttare le proprie competenze manageriali, improntate alle strategie commerciali nel settore terziario, diventando presidente di una cooperativa di servizi che guiderà fino al 2014, anno in cui rinuncerà al ruolo di presidente per potersi dedicare costantemente alla politica. Il suo obiettivo, che è ridare credibilità alle istituzioni con particolare riguardo alla cultura della legalità, alla Scuola e al mondo del lavoro, si concretizza nel 2005 nella lista de “La Margherita”, quando viene eletto al Consiglio Regionale del Piemonte con 8.950 preferenze. Nel 2006 dà slancio al dibattito rivolto alla creazione del Partito Democratico unendo in un unico gruppo il Ds e La Margherita. Fra il 2007 e il 2008 diviene prima Segretario de La Margherita e, in seguito, Vice Segretario del Pd.
Per il suo continuo impegno viene eletto ancora una volta, nel 2010, come Consigliere Regionale, con 7.549 voti, ed è anche Vicepresidente in Regione della commissione Cultura. Ma la sua escalation non termina qui, perché, nel 2014, viene nuovamente rieletto con quasi 8.000 voti di preferenza e diviene anche Presidente del Consiglio Regionale.

Le idee e le attività di Mauro Laus

Mauro LausL’obiettivo del Presidente Mauro Laus è quello di educare i giovani, partendo dalla Scuola e dalle altre istituzioni, contro ogni discriminazione e all’accettazione delle diversità fra le persone, che siano diverse per colore di pelle, sesso, religione, nazione, ecc. Egli continua determinato la lotta per tagliare la Spesa Pubblica ed esprime indignazione per la burocrazia che, essendo stata per anni fiscalmente poco snellibile, continua ad impedire lo sviluppo con conseguente disimpiego dei giovani nel mondo del lavoro. Sotto la sua presidenza il Consiglio Regionale ha chiuso il rendiconto finanziario del 2015 con un risparmio di quasi 7 milioni di euro.

Dal suo profilo Facebook

Come è osservabile dal suo profilo Facebook, Mauro Laus si è di recente occupato di consegnare una petizione con oltre 300 firme per la tutela della figura professionale dell’infermiere pediatrico, il che denota il suo continuo aiuto ai più giovani, come i bambini, e a chi se ne occupa. Sul social, Laus esprime quanto siano importanti le istituzioni contro l’odio xenofobo e racconta dell’incontro con il direttore del Cif-Oil per firmare il nuovo accordo che rinnova la collaborazione fra l’assemblea regionale e l’agenzia dell’ONU, col fine di organizzare attività formative in ambito di normativa estera del lavoro e media. Prosegue, inoltre, l’attività del sito Piemonte for you, in lingua inglese, gestito dal Consiglio Regionale e dal Ceipiemonte.